Ddl Concorrenza e polizze auto

Come molti settori anche quello dell’RC auto verrà toccato in maniera piuttosto significativa al ddl Concorrenza. Ancor prima della sua entrata in vigore gli emendamenti sono stati diversi e hanno cambiato in corsa le conseguenze che la nuova legge avrà sulle polizze auto. Vediamo a oggi come stanno le cose e quali saranno le novità nel momento in cui non venga più ritoccato il testo.

Prima di tutto si introduce il provvedimento per cui le compagnie sono obbligate (pena sanzioni fino a 40.000 euro) ad applicare degli sconti agli assicurati che accettano di far installare sulla loro auto una scatola nera. Inizialmente il testo del decreto parlava di uno “sconto significativo”, lasciando l’interpretazione aperta in maniera, forse eccessiva. Ora si è stabilito che sarà l’Ivass a decidere la soglia minima di sconto, sotto la quale le assicurazioni non possono scendere al momento di quantificare lo sconto. Ci sarà, quindi, una percentuale rispetto alla tradizionale polizza che non potrà essere superata in negativo. Inoltre, si garantiscono sconti più importanti e significativi per chi assicura i veicoli nelle regioni che pagano polizze più care, tendenzialmente quelle del Sud. Le agevolazioni, inoltre, sono estese a chi accetta un’ispezione preventiva dell’auto di cui si occuperà la compagnia e a chi farà installare il sistema di blocco motore che si attiva in caso di ubriachezza.

È stato esteso il tempo che ha a disposizione un assicurato coinvolto in un incidente per indicare i testimoni. Sempre in tema di sinistri, si legge nel testo del decreto che i risultati emersi dall’analisi della scatola nera devono essere messi a disposizione di tutte le parti coinvolte. Ultima novità riguarda i controlli delle polizze auto: a farlo non dovranno più essere necessariamente delle pattuglie, ma tutto potrà essere svolto dalle nuove tecnologie, come le telecamere delle ZTL a cui sarà esteso anche questo compito.

Posted under Novità, Tariffe, assicurazione

Questo post è stato scritto da admin in data Settembre 16, 2015

Tags: , , ,

Anno nuovo, rincari vecchi

Come accade puntualmente ormai da alcuni anni, il comparatore di polizze RC auto Facile.it ha pubblicato in questi giorni la sua analisi di inizio anno relativa a gli italiani che, essendo stati coinvolti in un incidente di cui sono stati riconosciuti responsabili, saranno costretti a cambiare, in peggio, la loro classe di merito bonus malus e, volenti o nolenti, a pagare di più.

Stando ai calcoli fatti dal comparatore su un campione di oltre 500.000 preventivi di rinnovo effettuati a dicembre 2013, peggioreranno la loro condizione assicurativa circa 1,2 milioni di automobilisti lungo tutto lo Stivale.

L’analisi si è basata, non sarebbe stato possibile fare altrimenti, sulle denunce di sinistro presentate dagli assicurati alle compagnie; stando ai dati il maggior ricorso alle assicurazioni, nel 2013, è stato fatto in Umbria, regione dove hanno denunciato sinistri oltre il 5% degli assicurati. Al secondo posto la Toscana, che perde lo scettro di regione con il più alto numero di denunce, detenuto per diversi anni di fila, e che si ferma al 4.8% di automobilisti che hanno dichiarato di aver fatto un incidente con colpa.

Più virtuosi, almeno considerando questa classifica i molisani e i friulani; hanno dovuto far ricorso alle assicurazioni meno del 3% degli automobilisti di queste regioni. In realtà, anche per chi sarà costretto a cambiare classe di merito, non è detto che questo equivalga ad un rincaro. Bene sempre confrontare le offerte di altre aziende che, sorprendentemente, potrebbero riservare prezzi più vantaggiosi e, ultimo ma non meno importante, si può scegliere di perdere un po’ della propria privacy automobilistica e fare installare nel veicolo la famosa “scatola nera” di cui tanto si parla. In questo caso il risparmio potrebbe essere vicino al 10%.

Posted under Tariffe, Uncategorized, assicurazione, automobili

Questo post è stato scritto da admin in data Gennaio 3, 2014

Tags: , , , , ,

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20