All’asta la Ferrari (abbandonata) di Alain Delon

Mettete una fattoria abbandonata in Francia, una collezione di 60 esemplari di auto d’epoca e una Ferrari 250 Gran Turismo SWB California Spider del 1957 che vale 12 milioni di euro e appartenuta ad Alain Delon: ecco gli elementi per una storia ai limiti dell’incredibile. Qualcuno ipotizza si tratti di una trovata pubblicitaria, ma le auto esistono veramente e a febbraio saranno battute all’asta a cifre esorbitanti, pertanto vale la pena di parlarne.
Si narra che nelle campagne francesi, a Saint Gervais La Foret, sia stata scoperta una collezione di auto, circa sessanta, abbandonate sotto tettoie e in garage ricoperte da pile di giornali e ben conservate. Tra queste figura anche la Ferrari che appartenne a uno dei primi sex symbol del cinema mondiale, Alain Delon. Si tratta della collezione privata di Roger Baillon che stava mettendo insieme diverse vetture per poter fondare un museo. Una volta scomparso, gli eredi hanno lasciato quest’immensa fortuna in uno stato di totale abbandono, fino alla scoperta di due giovani che hanno deciso di recuperare il patrimonio nascosto nel cuore della Francia.
La Ferrari di Delon, che si trovava in uno dei garage, fa parte di una serie limitata di 55 esemplari ed è caratterizzata da fari con carenatura in plexiglass, freni a disco (che allora non erano così diffusi) e un motore V12 da 280 cavalli. Solo un anno fa l’attore aveva venduto un’altra Ferrari Testarossa con un valore di mercato da 80 mila euro, ma battuta all’asta per 171.500 euro. La stima per questo esemplare ritrovato fa girare la testa e ammonta a 12 milioni di euro, consacrando la vettura come l’esemplare più caro di quella serie.

Posted under automobili, curiosità

Questo post è stato scritto da admin in data Gennaio 26, 2015

Tags: , , , ,

Autostop e web

Sempre più diffuso e popolare fra il gentil sesso è l’autostop 2.0, ovvero l’opportunità di prenotare e condividere passaggi in automobile con altre persone via internet; la conferma di questi dati arriva direttamente dai portali che mettono a disposizione la possibilità di fare autostop e condividere il viaggio, una pratica che senz’altro esiste da moltissima tempo ma che prima sembrava fare più paura.

Uno dei più importanti operatori di questo settore nel nostro Paese è BlaBlaCar, dove le donne sono circa in terzo degli utenti registrati ma risultano essere molto più attive e presenti sul sito ed anche percorrono le distanze maggiori, inoltre fanno sapere da BlaBlaCar il numero delle donne registrate al sito continua ad essere in crescita.

Come dicevamo la fiducia in questo modo di viaggiare è cresciuta anche in Italia negli ultimi tempi, sebbene sia ancora molto meno popolare che nelle altre nazioni, tuttavia sono ora disponibili alcune modalità che permettono alle donne di essere un po’ più tranquille, come Viaggio in Rosa opzione con cui si viaggia soltanto tra donne. In Francia questa metodologia di viaggio è diffusa dal 2006 ed infatti le donne sono circa la metà degli utenti registrati a questi siti, e normalmente passsano dalle modalità viaggio per sole donne a quelle di condivisione con chiunque appena hanno acquisito maggiore confidenza; in ogni caso le donne preferiscono lasciar guidare i compagnia ed affrontare in qualità di passeggere i viaggi.

Con l’avvicinarsi delle vacanze natalizia aumentano notevolmente le offerte e le domande di condivisione di un viaggio, complici il difficile momento economico e la volontà di risparmiare; tra le più popolari sotto Natale ci sono le tratte da Milano a Napoli e da Milano a Bari.

Posted under Novità, automobili, curiosità

Questo post è stato scritto da admin in data Dicembre 21, 2012

Tags: , , , , , , ,

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20