Autostop e web

Sempre più diffuso e popolare fra il gentil sesso è l’autostop 2.0, ovvero l’opportunità di prenotare e condividere passaggi in automobile con altre persone via internet; la conferma di questi dati arriva direttamente dai portali che mettono a disposizione la possibilità di fare autostop e condividere il viaggio, una pratica che senz’altro esiste da moltissima tempo ma che prima sembrava fare più paura.

Uno dei più importanti operatori di questo settore nel nostro Paese è BlaBlaCar, dove le donne sono circa in terzo degli utenti registrati ma risultano essere molto più attive e presenti sul sito ed anche percorrono le distanze maggiori, inoltre fanno sapere da BlaBlaCar il numero delle donne registrate al sito continua ad essere in crescita.

Come dicevamo la fiducia in questo modo di viaggiare è cresciuta anche in Italia negli ultimi tempi, sebbene sia ancora molto meno popolare che nelle altre nazioni, tuttavia sono ora disponibili alcune modalità che permettono alle donne di essere un po’ più tranquille, come Viaggio in Rosa opzione con cui si viaggia soltanto tra donne. In Francia questa metodologia di viaggio è diffusa dal 2006 ed infatti le donne sono circa la metà degli utenti registrati a questi siti, e normalmente passsano dalle modalità viaggio per sole donne a quelle di condivisione con chiunque appena hanno acquisito maggiore confidenza; in ogni caso le donne preferiscono lasciar guidare i compagnia ed affrontare in qualità di passeggere i viaggi.

Con l’avvicinarsi delle vacanze natalizia aumentano notevolmente le offerte e le domande di condivisione di un viaggio, complici il difficile momento economico e la volontà di risparmiare; tra le più popolari sotto Natale ci sono le tratte da Milano a Napoli e da Milano a Bari.

Posted under Novità, automobili, curiosità

Questo post è stato scritto da admin in data Dicembre 21, 2012

Tags: , , , , , , ,

Da luglio etilometro in tutte le auto francesi

Giustamente le restrizioni per evitare la guida a persone in stato di ebbrezza sono sempre più rigide, non solo multe, sospensioni di patente ed interventi per punire chi si mette al volante dopo aver bevuto ma anche le misure e le azioni per prevenire e per evitare che si possa guidare ubriachi. Si muove proprio in questa direzione l’ultima azione che viene dalla Francia: a partire dal mese di luglio sarà obbligatorio tenere in ogni auto un etilometro che permetta di verificare se i valori dell’alcool nel sengue sono superiori a quelli permessi dalla Legge francese. Rientrano nella nuova norma varata dal Governo d’Oltralpe tutti i tipi di mezzi dalle macchine ai camion e pullman, unici esentati saranno i ciclomotori, ovviamente l’esenzione vale anche per gli automobilisti non francesi; se fermati e trovati non in possesso dell’etilometro gli automobilisti verranno multati. Una decisione molto rigida e molto severa che si giustifica data l’altissima percentuale di incidenti mortali causati da automobilisti ubriachi che in Francia supera il trenta per cento. L’etilometro potrà essere comprato con una spesa di pochi euro e le specifiche tecniche verranno imposte dal Ministero della Salute, indubbiamente il Governo Francese risparmierà gli elevati costi dei posti di blocco sperando che possedere un etilometro nella macchina sortisca un effetto dissuasore dal bere troppo. Invece in altri Paesi europei la lotta contro chi guida ubriaco è affidata a sperimentazioni tecnoclogiche abbastanza complesse: in Svezia ed in Olanda l’etilometro è incorporato nella vettura e si è obbligati a soffiare nell’apparecchio prima di accendere la macchina, se i valori rilevati sono troppo alti la macchina non parte.

Posted under Novità, automobili, curiosità, incidenti

Questo post è stato scritto da admin in data Marzo 2, 2012

Tags: , , , , , , , , ,

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20