All’asta la Ferrari (abbandonata) di Alain Delon

Mettete una fattoria abbandonata in Francia, una collezione di 60 esemplari di auto d’epoca e una Ferrari 250 Gran Turismo SWB California Spider del 1957 che vale 12 milioni di euro e appartenuta ad Alain Delon: ecco gli elementi per una storia ai limiti dell’incredibile. Qualcuno ipotizza si tratti di una trovata pubblicitaria, ma le auto esistono veramente e a febbraio saranno battute all’asta a cifre esorbitanti, pertanto vale la pena di parlarne.
Si narra che nelle campagne francesi, a Saint Gervais La Foret, sia stata scoperta una collezione di auto, circa sessanta, abbandonate sotto tettoie e in garage ricoperte da pile di giornali e ben conservate. Tra queste figura anche la Ferrari che appartenne a uno dei primi sex symbol del cinema mondiale, Alain Delon. Si tratta della collezione privata di Roger Baillon che stava mettendo insieme diverse vetture per poter fondare un museo. Una volta scomparso, gli eredi hanno lasciato quest’immensa fortuna in uno stato di totale abbandono, fino alla scoperta di due giovani che hanno deciso di recuperare il patrimonio nascosto nel cuore della Francia.
La Ferrari di Delon, che si trovava in uno dei garage, fa parte di una serie limitata di 55 esemplari ed è caratterizzata da fari con carenatura in plexiglass, freni a disco (che allora non erano così diffusi) e un motore V12 da 280 cavalli. Solo un anno fa l’attore aveva venduto un’altra Ferrari Testarossa con un valore di mercato da 80 mila euro, ma battuta all’asta per 171.500 euro. La stima per questo esemplare ritrovato fa girare la testa e ammonta a 12 milioni di euro, consacrando la vettura come l’esemplare più caro di quella serie.

Posted under automobili, curiosità

Questo post è stato scritto da admin in data Gennaio 26, 2015

Tags: , , , ,

Ferrari false sequestrate in Spagna

In Estate si è soliti leggere di retate fatte in spiaggia contro i venditori abusivi di merci contraffatte; nella maggior parte dei casi si tratta di orologi, occhiali da sole, vestiti o accessori. Questa volta però il made in Italy messo in pericolo dal mercato nero della contraffazione non è di stampo modaiolo, bensì automobilistico; e, ovviamente di altissimo livello.

A finire sui giornali di mezzo mondo è la notizia di un’operazione della polizia spagnola che ha condotto al sequestro di ben diciassette automobili Ferrari false. Le autovetture sono state scoperte in due diverse officine situate nei pressi di Valencia; qui un gruppo di falsari altamente specializzati aveva creato delle copie di modelli da sogno come la Ferrari 458 Italia, ma anche come la F430 e il modello 430 Spider.

Oltre alle copie delle Rosse di Maranello gli organi della polizia iberica che ha compiuto la retata hanno scoperto finte Aston Martin, con buona pace di James Bond. La banda dei falsari creava le Ferrari tarocche montando i materiali in vetroresina che loro stessi costruivano su normalissime auto sportive, non necessariamente di grande cilindrata e equipaggiate di un normalissimo motore della Toyota.

Questo consentiva di vendere a poche decine di migliaia di euro vetture che, se fossero state vere, avrebbero avuto un prezzo al pubblico dieci volte superiore a quello pagato dagli acquirenti, chiaramente complici ed informati del fatto che stavano comprando un falso, sui quali un supplemento di indagine sta cercando di chiarire i livelli di connivenza.

Per adesso, oltre agli uomini scoperti con le mani nel sacco (o nel motore se preferite) sono stati messi in arresto anche altri 8 individui fra Madrid e Valencia.

Posted under Notizie motori, Uncategorized, automobili, curiosità

Questo post è stato scritto da admin in data Agosto 7, 2013

Tags: , , , , ,

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20