Donne per il car sharing

È uno di quei fenomeni in maggior espansione negli ultimi tempi e lo testimonia il proliferare di siti internet che se ne occupano, stiamo parlando di car pooling ovvero di organizzare viaggi e trasferte condividendo con altre persone non solo la macchina e la fatica di guidare ma anche i costi collegati al viaggio: benzina e autostrada soprattutto. Gli ultimi sondaggi dicono che il maggior utilizzo di questa pratica di viaggio sia fatto dalle donne, che più spesso cercano su questi portali compagni per condividere costi e spostamenti, preferendo sempre più spesso però il ruolo di passeggere e non di autiste; sempre queste indagini evidenziamo come le tratte maggiormente ricercate siano quelle che collegano Milano alle maggiori città del Sud Italia, come Bari, Reggio Calabria o Napoli.

Le donne cercano, per evitare spiacevoli inconvenienti, di fare riferimento a portali sicuri e che da tempo si occupano di car pooling, Social Car Pooling ha evidenziato in un recente sondaggio come questo fenomeno sia cresciuto negli ultimi ani quasi del cinquanta per cento, 48 per cento per l’esattezza, e come sia proprio del gentil sesso prestare maggiore attenzione a quanto si spende ed evidenziare una notevole tendenza al risparmio.

Sempre secondo la recente indagine di Carpooling.com il nostro Paese è il terzo utilizzatore a livello europeo per numero di chilometri percorsi ed emissioni dannose ridotte grazie all’uso del car sharing; come dicevano le donne sono le maggiori utilizzatrici, 53 per cento del totale, e la fascia d’età in cui il fenomeno ha maggior presa è quella tra i 25 ed i 34 anni.

Posted under automobili, curiosità

Questo post è stato scritto da admin in data Maggio 13, 2013

Tags: , , , ,

Lieve ripresa dei consumi di carburante

Non si tratta certamente di un aumento da capogiro quello del consumo di benzina nel mese scorso, stiamo infatti parlando del 3,8 per cento, ma si tratta indubbiamente di un dato che modifica la tendenza al ribasso che ha caratterizzato l’ultimo anno; tuttavia prosegue, e spegne certamente possibili previsioni positive, il fatto che invece continuino ad essere in calo i quantitativi di gasolio per autotrazione consumati, che diminuiscono del 2,1 per cento.

Il centro Studi Promotor elaborando questi dati ha messo in rilievo anche molte altre importanti informazioni circa i carburanti, oltre quelle sui quantitativi consumati, ovvero un primo bilancio dei due mesi di quest’anno: si evidenzia come gennaio e febbraio dell’anno corrente si siano conclusi che una spesa alle pompe inferiore ai dieci miliardi, 9,786 miliardi di euro per la precisione, che rappresenta una diminuzione superiore al tre per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per quel che riguarda invece la componente industriale, ovvero la parte di fatturato che spetta alle compagnie petrolifere ed alle aziende distributrici, ha subito una diminuzione superiore al cinque per cento, 5,1 per cento, rispetto a quella realizzata nel primo bimestre dell’anno scorso.

Affinché questi primi segnali positivi possano dare vita ad un vero e proprio cambiamento dei consumi di gasolio e benzine è necessario in primo luogo che prosegua e si allarghi anche al gasolio e per fare ciò sarebbe necessario un sensibile calo dei prezzi che nel nostro Paese continuano a restare i più alti che in tutto il resto d’Europa.

Posted under automobili, curiosità, economia

Questo post è stato scritto da admin in data Marzo 22, 2013

Tags: , , , , , , ,

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20