Drink or Drive mostra gli effetti dell’alcool

Da questo mese e fino a maggio è partita la campagna di sensibilizzazione dell’associazione di promozione sociale Drink or Drive che l’ha elaborata e realizzata con la collaborazione di Aci e il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.
La campagna toccherà 55 città italiane sul mare e sarà di forte impatto: infatti si è deciso che saranno dimostrati praticamente i risultati e gli effetti che l’alcool ha su chi si mette alla guida. Nonostante le numerose iniziative di cui il Ministero e le varie associazioni si fanno continuamente carico, i dati sono ancora scoraggianti e dimostrano che a mettersi alla guida sotto effetto di stupefacenti e alcool sono maggiormente i giovani. Per loro è stata perfino pensata ed è ora disponibile una app per Iphone e smartphone che permette di misurare dal proprio dispositivo mobile il tasso alcolico.
Aci e Istat hanno elaborato i numeri relativi al 2013 e i risultati, benchè in miglioramento, sono ancora troppo tragici per il nostro Paese. Gli incidenti causati dall’alcool avvengono maggiormente nelle ore notturne tra le 3 e le 6, a testimonianza del fatto che spesso sono le serate tra amici trascorse all’insegna dello “sballo” a mietere vittime. Gli incidenti causati da un elevato tasso alcolico o dall’assunzione di droga causano in queste fasce orarie 4,64 morti ogni 100 incidenti, quando durante la giorno la media scende a 1,96. Come anticipato, la fascia d’età media delle vittime è bassa e va dai 20 ai 49 anni con una concentrazione impressionante tra i giovanissimi dai 20 ai 24 anni.
Un problema quindi ancora molto diffuso nel nostro Paese e che Drink or Drive spera di arginare dando testimonianza diretta di quello che l’alcool può causare, sperando in un impatto forte e impressionante.

Posted under automobili, incidenti, sicurezza stradale

Questo post è stato scritto da admin in data Febbraio 14, 2014

Tags: , , , ,

Sicurezza e diritti: parla il Presidente Aci

Si è concluso a Riva del Garda il sesto forum che organizzano le Polizie Locali per discutere dei problemi della circolazione auto nel nostro Paese. A chiudere l’evento è stato l’intervento del Presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, che è apparso molto arrabbiato nei confronti della situazione italiana di oggi.

Innanzitutto il Presidente Aci si è confermato favorevole alla riforma del Codice Stradale in cui si propone di separare una parte di norme tecniche da quelle che riguardano i codici di comportamenti. Ma ha anche ribadito che è giusto che gli automobilisti, oltre che i loro doveri, conoscano anche i loro diritti. In particolare ha fatto leva sulla centralità del problema sicurezza: tra i giovani fino ai 24 anni gli incidenti stradali rimangono in cima alle cause di morte. Un esame teorico e uno pratico per prendere la patente, secondo Sticchi Damiani, non sono sufficienti a dare tutte le informazioni necessarie a rendersi conto di quanto sia effettivamente pericoloso sbagliare qualcosa alla guida. La proposta è di creare corsi di formazione successivi alla patente e altri esami o corsi per guidare auto di grossa cilindrata. Spesso, ha affermato il Presidente Aci, chi guida da più di un anno assume già dei comportamenti poco consoni e sicuri.

Il numero uno Aci ha poi toccato la questione multe, e quale luogo migliore di quello in cui erano riuniti tutti i capi delle polizie locali italiane. Il Presidente ha ribadito sulla necessità che almeno la metà delle entrate portate dalle multe sia investito in migliorie volte alla sicurezza, come cartellonistica, segnaletica e infrastrutture. Ha scongiurato un uso improprio degli autovelox, spesso considerati dai Comuni una fonte importantissima di cash.

Sticchi Damiani ha infine tristemente ricordato quanto stia costando all’Italia l’essere così in ritardo sull’innovazione per dematerializzare i tagliandi assicurativi. Se ne parla già da un anno e ancora ne servono tre. Questo costa al Paese ben 3 miliardi di euro.

Posted under automobili, incidenti, sicurezza stradale

Questo post è stato scritto da admin in data Ottobre 22, 2013

Tags: , , , ,

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20