Aumentano gli atti di pirateria stradale

Se gli incidenti diminuiscono, seppur a ritmi ancora troppo lenti, gli episodi di pirateria stradale, il più vile atto che si possa commettere sulle nostre strade, non tendono a calare, anzi. L’Asaps ha analizzato i dati relativi al primo semestre 2015 e ha scoperto come i numeri, sempre tristi cifre dietro cui ci sono delle vite umane, rivelino un panorama ancora troppo nero.

Rispetto allo stesso periodo di un anno fa (il 2014 fu un anno funesto per questo fenomeno), i primi sei mesi di quest’anno hanno visto morire 61 persone, il 4,3% in più. Se si abbassa il numero di chi si macchia di incidenti a causa dell’alcol, aumentano gli automobilisti che li provocano sotto effetto di droghe. Dei pirati, il 27% ha cittadinanza straniera e, del totale, il 56,4% è stato identificato, in numeri si parla di 273 persone. Dei vili fuggiti dopo un incidente e riconosciuti successivamente, 215 sono stati denunciati a piede libero e soltanto 58 sono stati arrestati.

Positivi solo i numeri relativi ai ciclisti: le vittime di pirati della strada in questo caso è sceso 40% rispetto a un anno fa; terribili, invece, i dati sui pedoni, considerando che delle 61 vittime morte nei primi sei mesi del 2015, 33 stavano camminando a piedi. Guardando al mese di luglio e aggiungendolo al triste conteggio, siamo già a 580 episodi e 71 vittime. Tra le regioni la Lombardia è quella che più patisce le conseguenze di questo fenomeno, seguita da Veneto e Lazio.

L’Asaps ricorda come sia necessario porre fine all’iter legislativo per l’istituzione del reato di omicidio stradale e come pesi sulle fughe anche la mancata copertura assicurativa che, nonostante il calo dei prezzi di questi mesi, non è pagata per oltre 4 milioni di veicoli circolanti in Italia.

Posted under assicurazione, automobili, incidenti, sicurezza stradale

Questo post è stato scritto da admin in data Agosto 14, 2015

Tags: , , ,

L’auto dei sogni degli italiani

Nel mondo dei sogni tutto è possibile, anche guidare auto che non sono mai esistite e che sono frutto della fantasia di produttori cinematografici, scrittori e fumettisti. Il portale di assicurazioni RC auto Facile.it ha chiesto a più di 100mila automobilisti qual è l’auto che vorrebbero guidare almeno una volta nella loro vita (immaginaria e non). La risposta più comune è stata la Delorean, la mitica auto icona della saga Ritorno al futuro, mezzo di trasporto che viaggiava nel tempo e che ora è nei sogni del 15,7% degli intervistati. A seguire è un’altra stella del cinema, inseparabile compagna di inseguimenti degli James Bond che si sono susseguiti nel ruolo di 007: la mitica Aston Martin oggi farebbe gola al 13,9% degli utenti interpellati. Sul podio arriva un’auto dei fumetti, la Jaguar del ladro più affascinante di tutti i tempi, Diabolik, invidiato dall’11,2% del campione.

Senza dubbio sono gli anni ’80 che hanno lasciato il segno anche nell’immaginario automobilistico degli italiani: nella classifica si trovano, infatti, anche KITT, l’auto di Supercar, e la Ferrari 308 di Magnum P.I., rispettivamente indicate come sogno a quattro ruote dal 9,4% e dal 9% degli internauti. Non potevano mancare le mitiche auto disneyane che pare non affascinino solo i più piccoli: il 5,8% del campione vorrebbe trovarsi al volante, almeno una volta nella vita, della coloratissima 313 di Paperino e il 5,4% sogna di guidare il maggiolino Herbie.

Fa sorridere, infine, come siano più gli italiani che sognano di guidare la Papamobile di quelli che, invece, vorrebbero stare al posto dell’uomo pipistrello alla guida della velocissima Batmobile (3,6% contro 2,7%).

Posted under curiosità

Questo post è stato scritto da admin in data Agosto 6, 2015

Tags: , , , ,

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20