La procedura assicurativa “ORDINARIA” nell’ assicurazione RC auto

Se per qualsiasi motivo non può essere applicata la procedura CID, allora si applica la seguente procedura ordinaria:

A. Il danneggiato invia all’assicuratore dell’altro veicolo e, per conoscenza, al proprietario dello stesso la richiesta di risarcimento dei danni subiti, mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

La raccomandata deve:

  • avere in allegato una copia del modulo blu o, in mancanza, una dettagliata descrizione del sinistro contenente gli elementi elencati in precedenza nel paragrafo “Cosa fare al momento del sinistro”;
  • indicare il luogo e i tempi utili in cui si mette il veicolo a disposizione dell’assicuratore per la perizia dei danni (almeno 8 giorni lavorativi successivi a quello del ricevimento della raccomandata, nei normali orari di lavoro);
  • contenere ogni indicazione utile per la valutazione di eventuali danni alle persone;
  • avere in allegato eventuali certificazioni mediche e la certificazione di avvenuta guarigione (qualora tali certificazioni non siano subito disponibili, è possibile inviarle in seguito con una seconda raccomandata).

A1. Se il danneggiato ha fornito tutti gli elementi indicati al precedente punto A, l’assicuratore: • indica al danneggiato il numero di sinistro, la persona o l’ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità;

  1. mette a disposizione del danneggiato l’elenco delle carrozzerie aderenti all’Accordo ANIA-Carrozzieri, qualora la compagnia l’abbia sottoscritto;
  2. provvede all’accertamento dei danni;
  3. se il danno è risarcibile, comunica al danneggiato la somma offerta per il risarcimento;
  4. se il danno risulta non risarcibile, comunica al danneggiato i motivi per cui ritiene di non dover fare l’offerta. Queste ultime comunicazioni sono effettuate, per legge:
  • nel caso di soli danni materiali e/o lesioni alle persone guarite entro 40 giorni dal sinistro (che non comportino invalidità permanenti), entro 60 giorni dalla ricezione della raccomandata;
  • nel caso di soli danni materiali, con il modulo blu firmato da entrambi i conducenti, entro 30 giorni dalla ricezione della raccomandata.

Il danneggiato, una volta ricevuta l’offerta dell’assicuratore, può: 1. dichiarare di accettarla - in questo caso l’assicuratore deve provvedere al pagamento entro 15 giorni dal ricevimento della dichiarazione; 2. dichiarare di non accettarla - in questo caso l’assicuratore deve inviare egualmente la somma offerta entro 15 giorni dal ricevimento della dichiarazione: il danneggiato può incassarla senza che questo pregiudichi le sue pretese; 3. non rispondere all’offerta ricevuta - in questo caso l’assicuratore, dopo che sono trascorsi 30 giorni dalla comunicazione dell’offerta, senza ricevere risposta, ha l’obbligo comunque, entro ulteriori 15 giorni, di inviare la somma offerta: il danneggiato può incassarla senza che questo pregiudichi le sue pretese.

A2. Se il danneggiato non ha fornito tutti gli elementi indicati al precedente punto A e nei casi di danni alle persone, guariti oltre 40 giorni dal sinistro o che comportino invalidità permanenti, l’assicuratore:

  • indica al danneggiato il numero di sinistro, la persona o l’ufficio incaricato di trattare il danno con il relativo recapito, numero telefonico e reperibilità;
  • indica al danneggiato i documenti che devono essere presentati per ottenere il risarcimento;
  • mette a disposizione del danneggiato l’elenco delle carrozzerie aderenti all’Accordo ANIA-Carrozzieri, qualora la compagnia l’abbia sottoscritto;
  • provvede all’accertamento dei danni;
  • se il danno è risarcibile, ricevuta la necessaria documentazione, comunica al danneggiato la somma offerta per il risarcimento;
  • concordato l’ammontare dell’indennizzo, versa al danneggiato, nei 15 giorni i successivi, l’importo relativo e, contestualmente al versamento, può chiederne ricevuta;
  • se il danno risulta non risarcibile, ne dà comunicazione al danneggiato non appena la circostanza viene rilevata.

ATTENZIONE: la legge prevede che il diritto al risarcimento del danno si prescriva in 2 anni; ricordati quindi di chiedere il risarcimento non oltre 2 anni dalla data dell’incidente ed eventualmente di rinnovare la richiesta almeno ogni 2 anni, sempre con lettera raccomandata.

Nella categoria assicurazione, automobili

Questo post è stato scritto da admin in data Agosto 28, 2008

Tags:

Commenti sono chiusi.

Altri articoli

otc allergy medicine cialis nabp pharmacy tadalista 20